Con il termine di Operations si vogliono indicare tutte quelle funzioni di una impresa che sono coinvolte, in senso lato, nella messa a disposizione per il cliente di un determinato prodotto o servizio. In questo senso, oltre alla funzione produzione risultano coinvolte anche la logistica, la progettazione, la ricerca & sviluppo. Tutte le aziende hanno delle Operations, perché tutte le aziende realizzano prodotti, servizi o un mix delle due cose.

Considerate in passato esclusivamente il “braccio” di una programmazione strategica che individuava la fonte del vantaggio competitivo in altre aree aziendali, rappresentano oggi, per le teorie gestionali più recenti, la vera leva attraverso la quale superare i competitori e questa maggiore importanza che viene loro attribuita è correlata con la sempre maggiore importanza del coordinamento delle varie funzioni aziendali, in mancanza del quale si finirebbe per prendere delle decisioni incoerenti con la strategia aziendale.

Analizzare l’impatto delle scelte relative alle Operations ed alla Supply Chain sulla futura competitività aziendale (ed al sempre più importante coinvolgimento e allineamento delle reti di fornitura) riveste oggi un ruolo strategico nella sopravvivenza dell’azienda nei mercati moderni.

CONOSCIAMOCI MEGLIO
Clicca QUI per partecipare al nostro sondaggio
rispondi a 2 semplici domande (ci vogliono circa 60 secondi)
ci aiuterai a conoscere i settori che interessao a te e alla tua azienda!

La realizzazione di una strategia competitiva di successo ha sempre alla base un sistema operativo molto efficiente (meglio se superiore ai concorrenti nell’utilizzo e produttività delle proprie risorse) e molto efficace, in grado di seguire i mutamenti nelle esigenze dei mercati e dei canali di vendita, riuscendo a mantenere elevate prestazioni sul lato della qualità dei prodotti e dei processi di collegamento col mercato.

Per accrescere e mantenere la competitività è indispensabile, dunque, sia operare le giuste scelte strategiche riguardo al proprio assetto industriale (maggiore integrazione o esternalizzazione, prossimità o localizzazione remota delle attività produttive, innovazione sui processi, sviluppo delle competenze possedute dalle proprie persone, ecc.) che ottenere l’eccellenza operativa in termini di costi, qualità, livello di servizio.

L’instabilità dei mercati richiede sempre più un rinnovo delle Operations per prepararle ad affrontare le sfide sempre più dure dei prossimi anni.

Viene richiesto che esse siano in grado, nel più breve tempo possibile, di interpretare i segnali deboli che provengono dal mercato, di capire la dinamica dello scenario al fine di proporre in un tempo appropriato soluzioni di nuovo prodotti o servizi che anticipino la domanda attuale, di rispondere a eventi inattesi che si sono originati sia internamente che esternamente all’azienda, di riuscire a ridisegnare il loro assetto sotto il profilo del network, dell’organizzazione, delle competenze e delle risorse necessarie.

Le Operations dovranno contrastare la complessità proveniente dal mondo esterno con un lavoro di semplificazione, standardizzazione e automazione dei processi interni e, soprattutto, integrare le funzioni aziendali in un’ottica di processo e favorire lo sviluppo di un approccio interfunzionale alla gestione, quindi, integrare i processi aziendali con gli altri attori della supply chain.

CONOSCIAMOCI MEGLIO
Clicca QUI per partecipare al nostro sondaggio
rispondi a 2 semplici domande (ci vogliono circa 60 secondi)
ci aiuterai a conoscere i settori che interessao a te e alla tua azienda

 

Dr.Dario Di Carlo

Docente Sida Group

Supply Chain Analyst Dica Consulting Consulenza Direzionale