Nelle moderne aziende, avanzate dal punto di vista gestionale, uno dei momenti fondamentali nel processo di creazione di valore è la pianificazione: in termini generali, per pianificazione si intende il processo attraverso il quale il sistema definisce i suoi obiettivi, previa analisi della realizzabilità e dei vantaggi che ne possono conseguire, e le azioni da metter in atto per ottenerli. Questo processo può essere sintetizzato in tre momenti distinti ed interconnessi l’uno con l’altro:

1) pianificazione strategica con un orizzonte temporale medio-lungo (5 anni), nella quale vengono sostanzialmente stabiliti gli obiettivi di crescita da raggiungere con l’attività aziendale;

2) pianificazione tattica a medio termine (3 anni) per definire gli obiettivi da raggiungere in un lasso di tempo relativamente breve, che traduce gli obiettivi strategici in obiettivi tattici;

3) pianificazione operativa a breve termine, che traduce gli obiettivi  tattici in obiettivi operativi, al fine di delineare e far conoscere all’intera compagine aziendale i risultati da raggiungere nell’arco dell’esercizio commerciale.

Strettamente connesso al sistema di pianificazione, è il Controllo di Gestione, che ha lo scopo di guidare la gestione aziendale verso il conseguimento degli obiettivi delineati nel momento della progettazione, anche tramite l’utilizzo di strumenti operativi come il Budget Finanziario e il Budget di Cassa. Attraverso l’analisi dei risultati ottenuti, e il confronto di questi con gli obiettivi preposti, è possibile definire ed evidenziare tutti gli eventuali scostamenti registrati, dando la possibilità ai responsabili aziendali di decidere e apportare le opportune azioni correttive. Nasce da questo stretto legame il sistema di pianificazione e controllo. Con l’utilizzo sistematico e analitico dei sistemi di controllo di gestione (o contabilità industriale) è possibile attuare azioni correttive “in corso d’opera” sia per quanto riguarda l’area dei costi variabili, sia per quanto riguarda l’area dei costi fissi; senza contare poi l’opportunità di compiere analisi di vario tipo per definire anche il prezzo più opportuno da applicare per un determinato item o per gruppi di prodotti.

La finalità del sistema di controllo di gestione non è quello di sanzionare i comportamenti che non sono conformi alle regole stabilite nel momento della pianificazione, ma piuttosto quello di condurre il personale interno all’azienda a modificare o correggere il proprio operato verso il conseguimento degli obiettivi aziendali: non è un grande fratello pronto a punire e colpire al primo errore, bensì una guida da tenere sempre in consideraizone, la stella polare che può guidare l’azienda verso il successo e la creazione di valore per sé stessa e per il sistema economico con il quale si interfaccia quotidianamente.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL PROGRAMMA DEL MASTER IN FINANZA E CONTROLLO

CLICCA QUI PER RICHIEDERE INFO