BIG DATA SCIENTIST: STATISTICI, MATEMATICI E INFORMATICI PROTAGONISTI NELLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE

BIG DATA SCIENTIST: STATISTICI, MATEMATICI E INFORMATICI PROTAGONISTI NELLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE

La “Società dell’Informazione” è una società all’interno della quale la creazione, la distribuzione, l’uso e la manipolazione delle informazioni divengono attività economicamente e politicamente rilevanti. In sostanza ciò significa che ogni nostra attività, ogni acquisto, ogni viaggio, ogni scelta che noi compiamo divengono in tempo reale un dato, un’informazione. Compiamo gesti e scelte che diventano byte, kilobyte, gigabyte: questa è l’era dei Big Data Scientist.

A cosa serve, ad esempio, analizzare i like delle pagine Facebook in relazione agli acquisti da Amazon e ai dati sulla geolocalizzazione degli acquisti? Molto semplicemente perchè mai come oggi è indispensabile, per un’azienda come per una pubblica amministrazione, conoscere in tempo reale le scelte dei cittadini per elaborare nuove e differenti strategie siano esse di natura economico-commerciale o declinate nell’ambito delle politiche sociali.

Vendere un prodotto o prevenire un determinato problema di ordine pubblico richiedono oggi la stessa conoscenza della società e dei suoi mutamenti e gli stessi strumenti di costruzione delle informazioni.

Per questo motivo, la professione del Big Data Scientist oggi assume un ruolo fondamentale nello sviluppo aziendale e nel mantenimento di un elevato standard di benessere collettivo.

Il Data Scientist, colui che si occupa dei Big Data,  attraverso competenze di natura economico-statistica ed informatica svolge il ruolo di costruzione del dato, di mettere in relazione l’enorme mole di informazioni utilizzando Datawarehouse e programmi di elaborazione statistica sempre più complessi, al fine di elaborare strategie di business aziendale o politiche di intervento sociale.

Sebbene l’essere stato definito come “la professione più sexy del XXI secolo” può apparire un’esagerazione, è indubbio che ad oggi sia una delle professioni emergenti in ambito IT e sempre più richieste. Infatti, dai colossi dei servizi finanziari alle società di consulenza per le PMI, dalle grandi industrie alle società di vendita beni e servizi, quella del Business Analyst o del Data Analyst, ovvero il Big Data Scientist, è una posizione ricercata ma ancora poco diffusa. Se infatti dal lato della domanda di lavoro abbiamo una forte richiesta di tali figure, l’offerta attualmente presente in Italia sembra insufficiente a soddisfare il fabbisogno.

In una società dell’informazione sempre più complessa dove le Information and Communication Technologies rappresentano l’infrastruttura sulla quale scorre la vita, l’economia e la socializzazione delle collettività, si rendono sempre più indispensabili figure non soltanto in grado di “costruire il dato”, ma allo stesso tempo “leggere oltre” i big data stessi

Se qualcuno ancora pensasse di associare a quella dello statistico contemporaneo l’immagine di un ragioniere fantozziano è ben lontano dalla realtà. Essere Big Data Scientist vuol dire essere smart, essere sempre al passo con le nuove infrastrutture informatiche ed essere costantemente aggiornato sui “luoghi virtuali” dove poter reperire l’infinita mole di informazioni che una società globale può fornire ogni singolo secondo della propria quotidianità.

Luigi Apollonio

Management Academy Sida Group

Area: Marketing, Digital e Trade

By | 2017-12-28T12:20:36+00:00 6 ottobre 2016|Blog|Commenti disabilitati su BIG DATA SCIENTIST: STATISTICI, MATEMATICI E INFORMATICI PROTAGONISTI NELLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE